Liquidi e soluzioni per lenti a contatto

Potete trovare i migliori prodotti per cura delle lenti a contatto nella maggior parte dei supermercati e delle farmacie, ma anche negli e-store dove potrete trovare liquidi e soluzioni per lenti a contatto morbide, rigide e gas permeabile.

Anche se non è facile e non ha un linguaggio popolare, è importante conoscere tutto ciò che riguarda la cura delle lenti: infatti una manutenzione non effettuata correttamente può portare a una varietà di infezioni agli occhi, tra cui la pericolosissima cheratite da Acanthamoeba.

In realtà la cura delle lenti a contatto è più facile che mai. Ad esempio l’ utilizzo di lenti a contatto usa e getta sono semplici da usare poichè la corretta manutenzione delle lenti richiede molto meno tempo, costi inferiori e meno possibilità di contrarre pericolose infezioni per la vista.

Prima di iniziare, è importante conoscere che non si devono cambiare le tecniche e i metodi di manutenzione senza avvertire prima il vostro oculista. Alcuni prodotti non sono infatti compatibili tra loro o con alcune lenti a contatto. Utilizzando prodotti incompatibili potrete rovinare le lenti a contatto o danneggiare la vista e soprattutto la cornea, la parte superficiale dell’ occhio, dove viene a contatto il dispositivo ottico.

Per dare un significato all’ uso di tutte le bottiglie e i prodotti per la cura della vista, è utile conoscere qual’è la prassi principale per curare le lenti a contatto morbide.

E ‘particolarmente importante seguire le indicazioni per la manutenzione delle lenti a contatto morbide alla luce dei recenti focolai di gravi infezioni oculari di natura fungina associati a delle popolari (ma attualmente fuori produzione, per fortuna) soluzioni disinfettanti.

Le basi principali della cura di lenti a contatto: pulizia, sfregamento e disinfezione.

Lavarsi le mani in modo che non trasferiscano sporco e germi all’ interno del vostro occhio. Cercate di evitare i saponi idratanti, in quanto non sono utili per le lenti a contatto. Asciugare le mani con un panno che non lasci residui, soprattutto “peli” o sporcizie.

Rimuovere una lente e pulirla con la soluzione consigliata. La pulizia rimuove l’accumulo di proteine dell’ occhio, cosmetici e altri detriti che alterano il comfort della lente. Il ministero della salute consiglia di strofinare la lente sul palmo della tua mano, con qualche goccia di soluzione, anche se si utilizza un prodotto “no-rub”.

Sciacquare la lente di nuovo per rimuovere tutte le impurità, facendo attenzione a leggere le indicazioni di ogni singolo prodotto.

Posizionare la lente nel vostro portalenti (lens case) ma solo quando esso è pulito e riempire con soluzione fresca e pulita. Non mischiare vecchie soluzioni assieme a quelle nuove. Questa modalità di disinfezione uccide tutti i microrganismi sulla lente. Il tempo di disinfezione varia da prodotto a prodotto. Controllare le istruzioni sulla confezione per tutti i dettagli. Ripetere tutti i passaggi da noi indicati per tutte le lenti a contatto.

Consigli per la pulizia, per lo sfregamento e per il risciacquo della lente.

Proteine. A seconda del tipo di lenti a contatto che si indossano e quante proteine si depositano nell’ occhio e sulle vostre lenti a contatto, il medico può raccomandare di utilizzare un prodotto per la rimozione delle proteine, degli enzimi e dei grassi. Dal momento in cui alcuni prodotti rimuovono solo alcune proteine, può diventare davvero scomodo indossare alcuni tipi di lenti a contatto. Ecco perché più a lungo si indossano le lenti a contatto prima di sostituirle, più è probabile che abbiate bisogno di un dispositivo per la rimozione di proteine.
Ad esempio, se si indossano lenti a contatto monouso, probabilmente non è necessario un liquido per la rimozione delle proteine ma se si indossa un tipo di lenti che viene sostituita solo una o due volte l’anno, o trimestralmente, è consigliato un prodotto per la rimozione delle proteine. Articoli per la rimozione delle proteine includono anche il classico detergente enzimatico e un liquido per la rimozione quotidiana delle proteine.

Secchezza degli occhi e irritazione. Usa gocce e colliri (eye drops) per lubrificare l’ occhio e/o per riumidificare la lente.

Sensibilità degli occhi alle allergie. Una piccola percentuale di portatori di lenti a contatto a sviluppano un’allergia occhio alle sostanze chimiche presenti nelle soluzioni per lenti a contatto. Se questo è il vostro caso, non avrete bisogno di un prodotto aggiuntivo. ma solamente bisogno di cambiare i prodotti con quelli contrassegnati come “conservativi”.

I Prodotti per la pulizia, il risciacquo e le soluzioni disinfettanti.

La soluzione salina è davvero utile per il risciacquo e per la conservazione delle lenti a contatto ad esempio quando si utilizza un sistema di disinfezione con il calore o con i raggi ultravioletti. Inoltre, potrebbe essere necessario per l’uso una pulizia enzimatica a compresse e/o una disinfezione dei vostri dispositivi presso il vostro oftalmologo. Non usare mai prodotti salini per la pulizia e per la disinfezione.

Daily Cleaner. E’ un prodotto giornaliero per la pulizia delle lenti a contatto. Disponete alcune gocce nel palmo della mano e strofinate con cura l’obiettivo per una durata di circa 20 secondi, facendo attenzione a pulire entrambi i lati. Utilizzate altri prodotti per il risciacquo e per la disinfezione.

Soluzione Unica. E’ un liquido multiuso per la pulizia, il risciacquo, la disinfezione e la stabilizzazione delle lenti a contatto. Pulite le lenti come fate con un detergente giornaliero, quindi risciacquare con lo stesso liquido e disinfettare. Potete anche sciacquare le lenti per due volte, poi metterle nel nuovo portalenti pulito con una soluzione disinfettante. Quando si è pronti a indossare nuovamente le lenti, sciacquare di nuovo. Con le soluzioni polivalenti, altri prodotti per la cura della lente sono necessari.

La soluzione al perossido di idrogeno è per la pulizia, la disinfezione, il risciacquo e la stabilizzazione delle lenti a contatto. Con questo prodotto, si posizionano le lenti nel “cestino” presente nella confezione assieme al liquido e si sciacquano. Poi viene posizionato il cestino delle lenti nel suo contenitore che verrà riempito con la soluzione per pulire e disinfettare le lenti.

Alcuni portatori di lenti utilizzano sistemi al perossido di idrogeno con un neutralizzatore (per convertire il perossido di idrogeno in acqua, in modo che non dia fastidio agli occhi), ma per altri prodotti è necessario aggiungere un tablet neutralizzante.

Dopo che la fase di disinfezione e di neutralizzazione è stata completata, è possibile rimuovere le lenti dal contenitore e dunque indossarle.

Non lavare le vostre lenti a contatto con la soluzione di perossido di idrogeno e applicarle direttamente ai vostri occhi senza completare l’intero processo di disinfezione e di neutralizzazione. Ciò potrebbe causare un danno chimico grave e doloroso che potrebbe anche ulcerare l’occhio.

Altri prodotti per la pulizia e per la disinfezione. Tutti i prodotti in vendita nei siti di lenti a contatto puliscono e disinfettano questi dispositivi e a seconda di come il prodotto è utilizzato la procedura di pulizia è effettuata anche con dispositivi ultrasuoni o con soluzioni multiuso a luce ultravioletta.

Le istruzioni per i prodotti utilizzati sono tutti un pò differenti tra di loro. In generale, per la prima volta è necessario risciacquare le lenti, utilizzando una soluzione salina o direttamente una soluzione multiuso. Alcune lenti devono essere pulite e sfregate con una soluzione fisiologica, ma per alcune lenti non c’è bisogno.

Poi è necessario mettere le lenti a contatto nel dispositivo e riempirlo con lo stesso tipo di soluzione, e questo è necessario fare anche per il risciacquo. Dunque chiudere il dispositivo per pulire e disinfettare le lenti.
liquidiLAC-500x269

Altri prodotti per la pulizia della vista.

Il detergente enzimatico è utile per la rimozione di proteine sulle lenti a contatto e di solito funziona su base settimanale. Si utilizzano le compresse enzimatiche con una soluzione salina o una soluzione disinfettante prodotto multiuso al perossido di idrogeno, come indicato.

Prima di usare il detergente enzimatico, le lenti a contatto vanno pulite e sciacquate con altri prodotti. Riempite il vostro portalenti con la soluzione, quindi rilasciate una compressa enzimatico per ogni lente a contatto. Dunque attendere affinchè si sciolga dunque aggiungere le lenti a contatto. Lasciare queste lenti per il tempo necessario di utilizzo che solitamente è di 15 minuti.

In seguito, disinfettare con un altro prodotto, se necessario. Alcuni detergenti enzimatici permettono di saltare la fase di disinfezione se si utilizza una soluzione di disinfezione tradizionale invece che salina, ma non è sempre il caso. Leggere le indicazioni sulla confezione detergente enzimatica per scoprirlo.

Il prodotto per la rimozione giornaliera delle proteine è usato anche per togliere le proteine dalle lenti ed è in forma liquida e si utilizza quotidianamente. Si usa durante la fase di disinfezione con una soluzione multiuso.

Prima di utilizzare un dispositivo giornaliero per la rimozione delle proteine al giorno, pulire e lavare le lenti a contatto con altri prodotti. Riempire entrambe le parti del vostro portalenti con la soluzione multiuso, quindi aggiungere una goccia di “protein remover” per ogni sezione del “lens case”. Dunque disinfettare le lenti come al solito.

I colliri (eye drops) per le lenti a contatto sono utili per lubrificare l’occhio e riumidificano le tue lenti a contatto. Assicurati di scegliere un marchio che è sicuro per la tua vista. I colliri sono prodotti medici sani per la cura della tua vista..

I prodotti per occhi sensibili aiutano le persone che hanno reazioni allergiche alle soluzioni per le lenti a contatto. Queste allergie possono sorgere anche se hai utilizzato gli stessi prodotti per anni senza alcun problema. I sintomi possono includere prurito, lacrimazione, sensazione di corpo estraneo, bruciore, arrossamento e secrezione oculare, ma anche appannamento della vista. E ‘importante consultare il medico se si sta sperimentando uno di questi sintomi, in quanto essi possono avere diverse cause, non prettamente correlate all’ uso di lenti a contatto.

Ad esempio un conservante chiamato “thimerosal” è la causa principale in circa il 10 per cento dei pazienti, quindi la maggior parte delle marche non utilizzano più questo prodotto al giorno d’oggi. La soluzione salina senza Thimerosal è solitamente indicata “per occhi sensibili.”

Tuttavia, le persone hanno reazioni ad altri conservanti e hanno bisogno di passare ad altri prodotti per la cura della vista però senza conservanti. Alcuni di questi prodotti possiedono un conservante che si auto-destabilizza prima prima che la soluzione venga a contatto con gli occhi.

Assicurati di prestare molta attenzione alle date di scadenza su tutte le confezioni di fluidi per lenti a contatto, in particolare le soluzioni senza conservanti. Alcuni prodotti devono infatti essere eliminati entro due settimane dall’ apertura per ridurre il rischio di contaminazione.

Nella nostra sezione “Prodotti per la manutenzione delle lenti a contatto – Quali sono i migliori?” ti indicheremo i migliori articoli di ottica acquistabili online.